Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Nov 3, 2014 in Informazione

L`ebola è una bufala? Ecco la versione degli abitanti del Ghana

 

s

 

Ebola. E’ l’argomento all’ordine del giorno. Si sta diffondendo sempre di più l’allarmismo e continuano a spuntare ogni giorno notizie di nuovi casi: morti, medici contagiati, italiani in quarantena, guariti dimessi.

C’è anche chi sta approfittando della paura generale per fare affari (vedi questi articoli 1, 2, 3)

Ma sarà davvero come vogliono farci credere? O c’è qualcos’altro sotto?

Navigando in rete si possono trovare tanti articoli di contro-informazione. E quello che riporto oggi è uno dei più interessanti e completi.

Alla fine di questo articolo elencherò diverse fonti e video, che ognuno potrà consultare per farsi un’idea su quello che sta accadendo e trarre le proprie conclusioni.

Invito anche te a fare lo stesso e a riportare nei commenti i link ad articoli interessanti su questo argomento.

________________________________________________

Da Stephen Bancarz

La dichiarazione fatta in Ghana da un uomo di nome Kana Kwame ha fatto grande scalpore su internet negli ultimi giorni. Queste informazioni DEVONO raggiungere il maggior numero di persone. Dobbiamo tutti sapere cos’è realmente l’Ebola. E’ arrivato il momento che il mondo si svegli e sappia cosa c’è dietro questo caos e questa psicosi di massa.

Ecco quello che racconta quest’uomo sugli eventi che stanno accadendo nel suo Paese:

“Gli Occidentali devono sapere quello che sta succedendo in Africa. STANNO MENTENDO! L’Ebola non esiste e NON si sta diffondendo. La Croce Rossa ha portato la malattia in 4 Stati specifici e per 4 motivi ben precisi ed è contratta da coloro che ricevono trattamenti e iniezioni dalla Croce rossa. E’ per questo che liberiani e nigeriani hanno cacciato dai loro Paesi a calci la Croce Rossa e hanno cominciato a diffondere informazioni per far venir fuori la verità.”

Ma perché?

I MOTIVI

La maggior parte delle persone ha pensato subito allo “spopolamento” che, quando si parla dell’Africa, è la prima idea che viene in mente agli occidentali. Ma l’Africa non potrà mai essere spopolata uccidendo 160 persone al giorno, visto che ne nascono migliaia al giorno. Quindi i veri motivi sono altri, e sono molto più tangibili.

Motivo 1

Questo vaccino, implementato dalla malattia chiamata Ebola, è stato introdotto nell’Africa occidentale con l’obiettivo di portare truppe nei territori di Nigeria, Liberia e Sierra Leone. Se ricordate, l’America stava cercando di entrare in Nigeria solo per “Boko Haram”. Balle! Che si sono subito mostrate per quello che erano quando i nigeriani hanno cominciato a dire la loro, a raccontare la verità. Niente ragazze rapite. C’era bisogno di un pretesto per entrare in Nigeria e rubare le riserve di petrolio recentemente scoperte.

Motivo 2

La Sierra Leone è il più grande fornitore mondiale di diamanti. Negli scorsi 4 mesi i raccoglitori hanno scioperato e si sono rifiutati di continuare a fornire diamanti, a causa delle terribili condizioni di lavoro e la paga da schiavi. L’occidente non paga un salario equo per le risorse perché il suo piano è quello di mantnere queste persone in una condizione di sopravvivenza, facendole vivere di solo riso e aiuti che arrivano dagli stranieri, in modo che rimangano una manodopera a basso costo per sempre.

C’era bisogno di un motivo per portare le truppe in Sierra Leone, per interrompere lo sciopero. E non è la prima volta che questo accade. Quando i raccoglitori di diamanti si rifiutano di lavorare, vengono inviate le truppe, e a quel punto si agisce con tutti i mezzi, anche se dovesse significare ucciderli e sostituirli con altri, perché l’unica cosa che importa è riavviare la raccolta dei diamanti.

Naturalmente fare più campagne per invadere questi territori separatamente sarebbe sembrato troppo strano. Qualcosa come “l’Ebola”, invece, può dare accesso a intere aree contemporaneamente, senza destare sospetti

Motivo 3Zwei Helfer in Schutzanzügen warnen vor Ebola

Oltre a rubare il petrolio nigeriano e a costringere la Sierra Leone a riprendere la raccolta dei diamanti, le truppe sono state inviate anche per fare una vaccinazione forzata (il veleno letale Ebola) sugli africani che non erano così sciocchi da farla di loro spontanea volontà.

3000 truppe sono state inviate per assicurarsi che questo veleno continuasse a diffondersi, perché, ripeto, si diffonde solo attraverso le vaccinazioni. Sempre più articoli sono stati pubblicati in Liberia all’arrivo delle truppe, per informare la popolazione delle bugie e manipolazioni degli Stati Uniti. Tantissimi africani si sono rifiutati di farsi vedere dalla Croce Rossa.

Le truppe costringeranno le persone a fare questa vaccinazione per assicurarsi che l’Ebola diventi davvero una pandemia. In più proteggeranno la Croce Rossa da liberiani e nigeriani, che l’hanno cacciata dai loro territori.

Motivo 4

Ultimo motivo, ma non per importanza, la comparsa di questa Ebola sarà usata per spaventare milioni di persone e indurle a fare il vaccino (che è in realtà esso stesso la malattia). Hanno già cominciato a raccontare le storie di come sia stata portata negli Stati Uniti a Dallas, di come i dottori bianchi siano stati curati, e di come invece ai neri infetti sia stata negata la cura, ecc…

Tutto questo spingerà i neri a desiderare ancora di più il vaccino, proprio perché a loro non è stato concesso. Correranno in massa per farlo e questo darà inizio a una catena di seri problemi.

Con tutto quello che è stato svelato sui vaccini quest’anno si potrebbe pensare che abbiamo imparato la lezione. Tutto quello che posso fare è sperare che sia così, perché stanno usando la nostra ignoranza per condurre i loro piani e macchinazioni.

Chiediti: se davvero l’Ebola è stata diffusa per contagio, invece che per diffusione controllata mediante vaccinazione, allora perché il CDC (Centers for Disease Control and Prevention) e il governo degli Stati Uniti continuano a consentire i voli da e verso questi Paesi, senza regolamentarli o sospenderli del tutto?

Dobbiamo cominciare a pensare e a condividere le informazioni a livello globale, perché non ci stanno dicendo la verità, non ci stanno mostrando il punto di vista delle persone che vivono qui in Africa occidentale.

Stanno mentendo per il proprio tornaconto e, purtroppo, là fuori non ci sono abbastanza voci che ci aiutino a condividere la nostra realtà. Centinaia di migliaia di persone sono state uccise, paralizzate e rese disabili da questi e altri vaccini in tutto il mondo e noi ora ne stiamo finalmente prendendo coscienza. Cosa ne faremo di tutte queste informazioni?”

Lo scritto originale di Kana Kwame si trova qui .

Esperimenti di bioterrorismo fatti in Africa

Il Dr. Cyril Broderick, professore universitario liberiano, che ha insegnato anche in un’Università degli Stati Uniti, ha scritto un articolo su un giornale liberiano, il Daily Observer (Leggi qui l’articolo), in cui dice che “l’Ebola è il risultato di esperimenti di bioterrorismo condotti dagli Stati Uniti. Esiste un’industria medico-militare americana, che fa test di aEbola Testrmi biologiche, camuffate da vaccinazioni amministrative, per controllare le malattie e migliorare la salute dei “negri africani oltre oceano”.

“I siti africani sono stati usati negli anni passati per fare test sulle malattie emergenti, specialmente l’Ebola”.

“L’OMS e diverse altre Agenzie ONU sono state implicate nella selezione e scelta dei territori africani per partecipare ai test e promuovere i vaccini” ha continuato.

E’ anche accaduto che lo scoppio dell’epidemia è coinciso con una campagna di vaccino dell’ONU (Leggi qui l’articolo). Le industrie farmaceutiche avranno approfittato profumatamente dell’esplosione dell’Ebola, quando i generali della ricerca sulla biodifesa, alti funzionari e burocrati delle Nazioni Unite hanno timidamente firmato contratti di Ricerca e Sviluppo da milioni di euro.

E’ una coincidenza che il primo caso in Guinea si sia presentato durante tre grandi campagne di vaccinazione condotte dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e l’agenzia l’UNICEF. Almeno due dei programmi di vaccinazione sono stati attuati da Medici Senza Frontiere, mentre alcuni di questi vaccini sono stati prodotti da Sanofi Pasteur, la farmaceutica francese il cui maggior azionista è il gruppo Rothschild.

Questo non deve sorprenderci. I Rothschild possiedono quasi tutte le banche centrali del mondo e hanno una rete familiare di circa 500 miliardi di dollari.

Il brevetto sul virus Ebola

Ecco un’altra stranezza…

Lo sapevi che il CDC ha un brevetto sul virus Ebola? Proprio così. Come riportato su NaturalNews (Leggi qui l’articolo), i Centri statunitensi per il Controllo delle Malattie possiedono un brevetto su un particolare ceppo di Ebola, conosciuto come “EboBun”. Il brevetto è CA2741523A1 ed è stato premiato nel 2010. Puoi vederlo qui.

I possessori sono chiaramente descritti nel brevetto, tra cui:

Il Governo degli Stati Uniti d’America, rappresentato dalla Segreteria, dal Dipartimento per la Salute e Servizi Umani (Department Of Health & Human Services) e dal Centro per il Controllo delle Malattie (Center For Disease Control).

Il riassunto del brevetto dice: “L’invenzione riguarda i virus dell’Ebola (hEbola) umano, rappresentato da Bundibugyo (EboBun) depositato presso i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (“CDC”, Atlanta, Georgia, Stati Uniti d’America) il 26 novembre, 2007 e con numero di registrazione 200706291.”

Prosegue dicendo: “L’attuale invenzione si basa sull’aver isolato ed identificato una nuova specie di virus Ebola umano, l’EboBun. L’EboBun è stato isolato dai pazienti affetti da febbre emorragica in una recente epidemia in Uganda.”

Degno di nota è, tra l’altro, che l’EboBun non è la stessa variante che si crede attualmente stia circolando in Africa occidentale.

Perché il brevetto? Strano… Avere un brevetto dell’Ebola è strano come avere un brevetto per il cancro o il diabete. Perché un’organizzazione governativa sostiene di aver “inventato” questa malattia infettiva e poi pretende il monopolio sul suo sfruttamento per uso commerciale?

Il CDC spera di raccogliere royalty sui vaccini Ebola? E sta cercando di “inventare” più varianti e brevetti?

Pensano che siamo stupidi o qualcosa del genere.

La Global Elite dice: “Andiamo a brevettare un virus e a testarlo in Africa, in modo da poter occupare il loro territorio, rubare le forniture di petrolio, creare il caos e tornare a casa in modo che tutti credano di aver bisogno di un vaccino contenente un virus vivo”.

La storia dell’Ebola ha tutti gli ingredienti di una classica operazione di falsa bandiera. E se l’Ebola è reale, per quale motivo si fa una campagna di propaganda chiamata “Ebola is real”? (Guarda il video)

Non è un po’ strano?

Per favore, condividi queste informazioni. Basta con la propaganda di notizie false delle grandi reti nazionali. Abbiamo una testimonianza proveniente direttamente dal Ghana che dice che l’epidemia è stata creata dai vaccini della Croce Rossa. E’ una bugia e una manipolazione del governo degli Stati Uniti per secondi fini. E se si dovesse arrivare a una vaccinazione obbligatoria NON VACCINARTI!

Stephen Bancarz

__________________________________

Fonti e altri articoli:

http://www.spiritscienceandmetaphysics.com/ebo-lie-man-living-in-ghana-confirms-ebola-is-a-hoax/

http://www.iconicon.it/blog/2014/08/ebola-perche-ente-governativo-usa-ne-possiede-brevetto/

http://www.naturalnews.com/047089_ebola_pandemic_government_lies_disinformation.html

http://alternative-news.tk/plainclothes-man-at-ebola-scene-perplexes-viewers/

http://www.nydailynews.com/news/national/man-hazmat-suit-transfers-dallas-ebola-patient-cdc-plane-article-1.1976079

 

Fonte: link

 

 

Banner Hydro Filter

banner-728x203-ott-x-il-web

CIBO CRUDO

 Rimani in contatto con Noi!

Iscriviti alla Newsletter

Newsletter-250x242 - con angoli arrotondati

Utilizzando questo box ti iscriverai alle liste:

  • News articoli pubblicati: per ricevere nella tua casella di posta tutti gli articoli pubblicati su www.alberoalchemico.com
  • Eventi e Promozioni: per rimanere informati sugli eventi e sulle promozioni di Albero Alchemico A.S.D.

Per iscriverti solo ad una di queste liste, puoi utilizzare il box presente nella barra laterale destra della home page.

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed

Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando sul link alla fine di questo messaggio. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Information
This website or third-party tools used in this make use of cookies required to operate and useful for the purposes described in the cookie policy. If you want to learn more or opt out of all or some cookies, see the cookie policy by clicking the link at the end of this message. By closing this banner, scrolling this page, clicking on a link or continuing navigation in any other way, you consent to the use of cookies.

Info
Login Website oder Tools von Drittanbietern in diesem verwenden Cookies erforderlich zu bedienen und nützlich für die in der Cookie-Politik beschriebenen Zwecke verwendet. Wenn Sie mehr erfahren oder sich von allen oder einigen Cookies möchten, finden Sie in der Cookie-Politik, indem Sie auf den Link am Ende dieser Nachricht. Durch Schließen dieses Banner, Scroll-Seite, Klick auf einen Link oder Weiterbildung Navigation auf andere Weise, die Sie die Verwendung von Cookies einverstanden.

Informations
Ce site ou outils tiers utilisés dans cette utilisation de marque de biscuits nécessaires à l'exploitation et utiles aux fins décrites dans la politique de cookie. Si vous voulez en savoir plus ou retirer de tout ou partie des cookies, consultez la politique des cookies en cliquant sur le lien à la fin de ce message. En fermant cette bannière, le défilement cette page, en cliquant sur un lien ou de continuer la navigation de toute autre manière, vous consentez à l'utilisation de cookies.

Información
Este sitio web, o herramientas de terceros utilizado en este hacer uso de las cookies necesarias para operar y útiles para los fines descritos en la política de cookies. Si desea obtener más información o optar por todas o algunas galletas, consulte la política de cookies haciendo clic en el enlace al final de este mensaje. Al cerrar esta bandera, el desplazamiento de esta página, haga clic en un enlace o continuar la navegación de cualquier otra manera, usted autoriza la utilización de cookies.

Cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi